Ricerca:






Lingua e scuola

Progetti:

Insegnamento bilingue – un’opportunità per un miglior apprendimento

L’insegnamento di una materia come la storia in una lingua straniera contribuisce a un miglior sviluppo linguistico e cognitivo degli scolari. Il progetto si propone di studiare l’insegnamento integrato atto a rafforzare nel miglior modo possibile le competenze degli scolari e intende illustrare eventuali modelli di insegnamento bilingue da realizzare in diverse classi scolastiche.

Prof. Laurent Gajo, Ecole de langue et de civilisation française, Université de Genève

Prof. Dr. Anne-Claude Berthoud, Institut de linguistique, Université de Lausanne

ulteriori dettagli…
L’impatto dell’inglese sull’apprendimento del francese

I sostenitori dell’insegnamento dell’inglese precoce a partire dalla 3a classe elementare sottolineano quanto ciò faciliti l’apprendimento del francese come seconda lingua straniera. Coloro che si oppongono a questo modello ritengono invece che si tratti di una pretesa eccessiva nei confronti degli alunni. Il presente progetto intende chiarire in che modo l’insegnamento dell’inglese precoce debba essere organizzato dal punto di vista didattico per garantire dei buoni risultati, e in quale misura influisce realmente sull’apprendimento del francese.

Prof. Dr. Andrea U. Haenni Hoti, Institut für Lehren und Lernen (ILeL), Pädagogische Hochschule Zentralschweiz, Hochschule Luzern

Prof. Dr. Erika Werlen, Departement Angewandte Linguistik und Kulturwissenschaften, Zürcher Hochschule Winterthur

ulteriori dettagli…
Italiano come lingua seconda: sulla base di un curriculum minimo

In molti casi, le conoscenze fondamentali della lingua italiana vengono acquisite «spontaneamente» e non nell’ambito dell’insegnamento regolare. L’apprendimento spontaneo segue certe regole atte a servire da base per un curriculum corrispondente. Facilitando l’accesso alla lingua italiana, esiste la chance di rafforzare la presenza della terza lingua nazionale nell’identità elvetica.

Prof. Dr. Bruno Moretti, Inst. für italienische Sprache und Literatur, Universität Bern

Prof. Dr. Eddo Rigotti, Facoltà di scienze della Comunicazione, Università della Svizzera italiana, Lugano

ulteriori dettagli…
Come promuovere la competenza linguistica dei figli di migranti nel periodo prescolastico?

Spesso, nel periodo prescolastico, l’acquisizione delle competenze linguistiche dei figli di migranti viene sostenuta solo insufficientemente, il che si ripercuote in modo negativo su tutta la loro formazione. In base ai risultati, il presente progetto intende proporre delle misure atte a promuovere il bilinguismo dei figli di migranti.

PD Dr. Urs Moser, Institut für Bildungsevaluation, Assoziertes Institut der Universität Zürich

Prof. Dr. Iwar Werlen, Institut für Sprachwissenschaft, Universität Bern

ulteriori dettagli…
Quali sono i vantaggi dell’insegnamento bilingue al livello secondario II?

La «maturità bilingue» rappresenta un’innovazione sul piano pedagogico e viene offerta da 60 ginnasi. Il presente progetto si propone di confrontare i vantaggi e i rischi dell’insegnamento bilingue dimostrando eventuali possibilità di ottimizzazione. I risultati potranno fornire indicazioni utili anche alla formazione continua degli insegnanti servendo inoltre da orientamento per l’insegnamento bilingue specialistico.

Prof. Dr. Anton Näf, Institut de langue et littérature allemandes, Faculté des lettres et sciences humaines, Université de Neuchâtel

ulteriori dettagli…
Come si impara ad organizzare un discorso in una lingua straniera?

Il presente progetto si propone di analizzare il modo in cui gli allievi imparano una nuova lingua e l’uso che ne fanno trattandosi di organizzare un discorso. Lo studio è incentrato sulla domanda se le strategie argomentative della lingua seconda si distinguono da quelle della lingua prima. Il risultato servirà a definire criteri e standard di riferimento per la valutazione delle competenze discorsive degli allievi.

Prof. Dr. Simona Pekarek Doehler, Institut des Sciences du Langage et de la Communication, Faculté des lettres et sciences humaines, Université de Neuchâtel

Jean-François De Pietro, Institut de recherche et de documentation pédagogique, Neuchâtel

ulteriori dettagli…
Come promuovere a scuola le competenze nella lettura e nella scrittura degli allievi provenienti da ceti sociali culturalmente svantaggiati?

Rispetto ai bambini provenienti da famiglie culturalmente più avvantaggiate, i bambini appartenenti a ceti sociali culturalmente svantaggiati devono avere a scuola le stesse opportunità per imparare a leggere e a scrivere. In questo senso, il progetto si propone di sviluppare le basi necessarie per sostenere i bambini svantaggiati nell’apprendimento, affinché in futuro abbiano le stesse chance per quanto riguarda il loro percorso professionale.

Prof. Dr. Hansjakob Schneider, Institut Forschung und Entwicklung, Pädagogische Hochschule FHNW

Prof. Dr. Annelies Häcki Buhofer, Deutsches Seminar, Universität Basel

Prof. Dr. Andrea Bertschi-Kaufmann, Institut Forschung und Entwicklung, Pädagogische Hochschule FHNW

Prof. Dr. Wassilis Kassis, Fachbereich Erziehungs- und Kulturwissenschaften, Universität Osnabrück

Prof. Dr. Winfried Kronig, Heilpädagogisches Institut, Universität Freiburg i.Üe. 

ulteriori dettagli…
Che significato ha l’apprendimento delle lingue per lo sviluppo dell’identità?

L’identità è profondamente influenzata dalla lingua prima, i figli provenienti da famiglie con background migratorio crescono tuttavia spesso in un ambiente bilingue. Tenendo conto dei diversi aspetti ossia della politica formativa da un lato e dei fattori individuali dall’altro, lo studio si propone di analizzare l’impatto dell’apprendimento di lingue straniere sullo sviluppo dell’identità nell’infanzia.

Prof. Dr. Daniel Stotz, Forschung und Entwicklung Bereich Sprachen, Pädagogische Hochschule Zürich

ulteriori dettagli…
top